Stemma-di-Milano_ Galleria Vittorio Emanuele

Lo stemma di Milano

Lo stemma di Milano lo vediamo riprodotto un po’ ovunque, galleria, mezzi pubblici,  vedovelle, palazzi,  e non ci si fa molto caso. Ecco ricostruito sommariamente il lungo percorso di storia   fino a quello definitivo in vigore dal 19 marzo 1934.

Stemma pavimento galleria Vittorio Emanuele
Stemma pavimento galleria Vittorio Emanuele

Lo Stemma/Bandiera  della Città di Milano, così come lo conosciamo oggi, è stato oggetto di “varianti” a seconda dei periodi storici a partire dalla Milano Medievale ,   Ducato di Milano caratterizzato  dalle dinastie regnanti   VISCONTEO e gli  SFORZA, Regno di Francia ,   Dominazione spagnola /Asburgica , Era napoleonica, Epoca fascista

Nascita dello stemma

Il 19 marzo 1934, dopo  le varie vicende storiche susseguiteci nei secoli,  venne emanato il decreto di concessione da parte dello Stato Italiano , per l’utilizzo dello stemma come lo vediamo oggi: uno scudo sannitico di color argento (bianco) su cui poggia la Croce  rossa di San Giorgio, sormontato da una corona a forma di torre oro e nero  che attesta il  Titolo di città ( onorifico-storico)  che distingue le comunità di tipo urbano da quelle di tipo rurale). La Croce di San Giorgio, rossa su campo bianco ,nacque nel Medioevo  utilizzata dai  Crociati come simbolo dei pellegrinaggi armati e divenne anche il Vessillo della Lega Lombarda . Milano si ispirò  per la realizzazione dello stemma cittadino. Per scudo si intende  il supporto su cui viene realizzato lo Stemma  e può essere di varie forme. Quello usato per lo Stemma del Comune di Milano segue le regole previste dall’araldica italiana per questo viene detto anche scudo italico ,   di forma rettangolare i cui angoli inferiori sono arrotondati., circondato ai lati da un ramo di alloro e uno di quercia, tenuti insieme da un nastro tricolore

Stemma attuale di Milano
Stemma attuale di Milano

Precedenti storici

I Visconti e gli Sforza sono state le famiglie che a quei tempi dominavano Milano. La casata Viscontea è stata una delle più antiche famiglie nobili italiane, prima Signori di Milano (1277-1395) poi  Ducato fino al  1447 . Seguirono gli Sforza  con tre Ducati (1450-1499/1512-1515/1521–1535)

 Ducato di Milano (1395-1447) 

Gli stemmi. Quello Visconteo è caratterizzato dalla figura del Biscione  (el bisson o la bissa) emblema della casata nobiliare viscontea , uno dei simboli più famosi e significativi  di Milano e dell’antico Ducato per oltre 700 anni. . E’ rappresentato  da un biscione azzurro ondeggiante che  ingoia un fanciullo ( o  un moro). Le interpretazioni sul significato sono diverse tra mitologia, leggende  e vicende storiche

Organizza una visita in luoghi esclusivi

Lo stemma degli Sforza coincise all’inizio con quello dei Visconti( il Biscione). In seguito alla incoronazione a Duca di Gian Galeazzo Visconti si arricchisce della presenza dell’aquila

Stemma degli Sforza
Stemma degli Sforza

Regno di Francia 1499-1512)

A partire dal 1498 lo stato di  Milano fu conteso dal Regno di Francia e da quello spagnolo con la vittoria dei francesi che si impadronirono del  Ducato fino al 1512

Dominazione spagnola/Asburgica (1535-1796)

Alla fine del XI secolo ebbe inizio per Milano un lungo periodo caratterizzato da dominazioni straniere che durerà per circa 360 anni. Nel 1499 fu il turno della Francia da un lato e Austria e Spagna dall’altro. Il dominio spagnolo durò per 170 anni

L’era napoleonica (1796-1815)

 STEMMA    il 9 gennaio 1813 Milano ebbe la concessione dello stemma napoleonico la cui blasonatura descriveva nei minimi dettagli come doveva essere realizzato che sintetizzo: scudo d’argento con la croce al centro, lettera N, aquila nascente, intreccio di festoni d’ulivo e di quercia.. Lo stemma napoleonico fu dismesso con la caduta di Napoleone

Stemma Napoleone
Stemma Napoleone

Regime fascista  (29/10/1922- 25/07/1943)

Lo stemma del regime prevedeva nella sezione  superiore dello scudo il fascio LITTORIO obbligatorio su tutti gli stemmi di comuni, province e enti morali

A Milano,  grazie all’intensa attività del Podestà e del Prefetto e in attesa della concessione ufficiale, il 6 febbraio 1933   fu nominata una commissione per lo studio di un progetto di un nuovo  stemma della città di Milano con richiami alle tradizioni milanesi  e nel contempo l’eliminazione del fascio.

Il decreto di concessione da parte dello Stato fu emanato il 19  marzo 1934.  


Divina Milano Tutti i diritti riservati 2020 - Powered by Sofonisba - Privacy Policy - Cookie Policy